Le quattro (e più) traduzioni di “Prego”


Come ben sappiamo, spesso una parola in una determinata lingua può avere più significati, significati che possono confodere chi si sta approcciando al suo apprendimento. In questo simpatico e virale video, è divertente notare come una delle persone intervistate sia piuttosto disorientata dall’uso molto comune che gli italiani fanno della parola “prego”.

Dice: “Ecco un po’ di salsa di pomodoro” - “Prego”!

Come darle torto? In effetti andando a consultare il dizionario troviamo: Formula di cortesia usata per rispondere a chi ringrazia, per chiedere scusa, invitare qlcu. a fare qlco. o a ripetere quanto ha detto.

Vediamo adesso come tradurre in inglese queste varianti della nostra amata parola italiana, ed evitare di confonderci nel momento in cui, parlando in inglese con qualcuno, pensiamo “prego” nella nostra testa, ma non sappiamo come esprimerlo nella maniera adeguata!


1. Prego rispondere a chi ringrazia Questa traduzione è la più conosciuta. Quando una persona ci ringrazia, sappiamo benissimo che la risposta più comune è “You’re welcome”. Esistono inoltre altri modi di dire prego, dipendenti dal contesto e dal grado di formalità. Ad esempio“Don’t mention it”, sta a significare che i ringraziamenti (o le scuse) non sono necessari. Molto usata invece l’espressione“Not at all”o “No problem”.


2. Prego per chiedere scusa

In questo caso la parola “prego” non è utilizzata da sola come nel caso precedente, ma è inserita all’interno di una frase, come nell’espressione “Ti prego, non andare”. Qui “ti prego” può essere sostituito con “Per favore”, lasciando inalterato il suo significato. In inglese questo prego, lo possiamo facilmente tradurre con l’espressione “Please” e potremo quindi dire “Please, don’t go”. Ma più spesso in questo caso si utilizza l’espressione “sorry”, ad esempio in “Sorry, I made a mistake”.


3. Prego per invitare qualcuno a fare qualcosa

Questo è il classico caso dell’utilizzo di prego in frasi dl tipo “Prego, si accomodi” oppure “Prego, può firmare qui”. Anche qui possiamo usare la parola prego senza aggiungere altro alla frase, accompagnando la parola con un gesto per indicare ad esempio l’uscita o il bagno; in questo caso è sottointeso il resto della frase“da questa parte”. La traduzione qui resta “Please”, come nel caso precedente. Potremo quindi tradurre “prego da questa parte” con “Please, come in” oppure con “Please, take a seat” a seconda se stiamo invitando qualcuno ad entrare in una stanza o se a sedersi.

Per invitare invece qualcuno a proseguire un discorso interrotto o nel caso in cui si inzia a dire qualcosa nello stesso momento, possiamo tradurre con “Go on”. Infine un ultimo esempio potrebbe essere l’invitare qualcuno a servirsi per primo di fronte ad un buffet o in generale a tavola, in questo caso la traduzione sarà: “Go ahead” oppure “help yourself”.


4. Prego per invitare qualcuno a ripetere ciò che ha detto Noi italiani per invitare qualcuno a ripetere qualcosa esclamiamo spesso “prego?”. Anche qui possiamo tradurre con “Sorry”, ad esempio dicendo“Sorry, can you repeat?”. Tuttavia, un buon utilizzo della lingua inglese prevede anche l’abilità di utilizzare le parole più specifiche per ogni situazione, potremmo quindi usare prego con l’espressione più specifica “Pardon?” , oppure meno formale e molto britannico“Come again?”.



Questi sono i vari usi di questa rispetto alle definizioni fornite dal dizionario. Ma, non è finita qui: Come la ragazza fa notare nel video dicendo “Ecco un po’ di salsa di pomodoro” - “Prego”, se qualcuno ci chiede della salsa di pomodoro o del sale, nel momento in cui glielo porgiamo, è molto probabile che esclameremo “Prego”. In questa situazione, quello che vogliamo dire è “Ecco qua”, richiamando così l’attenzione del nostro interlocutore sul sale o sulla salsa che gli stiamo porgendo. La traduzione qui è “Here it is” “There you go”, molto differente da quelle precedenti.


A presto con nuovi interessanti aggiornamenti e curiosità sulla lingua inglese.


Featured Posts
Recent Posts
Archive
Search By Tags
No tags yet.
Follow Us
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

 

The Hub - info@thehublecce.com

 © The Hub 2015- All Rights Reserved

Site Design Powered Elaine Waites

corsi di inglese a lecce, scuola di inglese a lecce, lezioni di inglese a lecce, Madrelingua inglese a lecce,The Hub Lecce, Hub lecce, a lecce, inglese a lecce, oxford school lecce, British school lecce, london school lecce,Modern English lecce
corsi di inglese a lecce, scuola di inglese a lecce, lezioni di inglese a lecce, Madrelingua inglese,the hub lecce, the hub, inglese a lecce, oxford school lecce, British school lecce, london school lecce,Modern English lecce
corsi di inglese a lecce, scuola di inglese a lecce, lezioni di inglese a lecce, Madrelingua  inglese a lecce,The Hub lecce, hub lecce, British school lecce, london school lecce,Modern English lecce
corsi di inglese a lecce, scuola di inglese a lecce, lezioni di inglese a lecce, Madrelingua inglese,the hub lecce, the hub, inglese a lecce, oxford school lecce, British school lecce, london school lecce,Modern English lecce